Spezialmente.it
 
Ya nada volverà a ser como antes?
Tamburrini
11 Luglio 2007 ore 04:57, (Eventi SPM: Montetto)
  • -
  • +
  • commenta  condivisi su:    http://www.wikio.fr  
Seconda batosta per la Denti Stretti, che dice addio al Montetto e al suo recente passato: radiografia di una squadra senza identità. Benissimo l’AC Colombaio.
L’input, un po’ triste è malinconico, è quella canzone spagnola che fa da titolo al nostro pezzo, “niente tornerà come prima”. Si tratta di un motivetto pop, niente di che, ma particolarmente adatto a descrivere questo scorcio di Montetto. Pensate, ne hanno fatto anche un videoclip, a cui partecipa Fernando Torres, il famoso giocatore delle Furie Rosse (la Spagna, non i Polli). Come molti sapranno, Torres ha sempre giocato nell’Atletico Madrid, la sua squadra sin da bambino e a cui ha più volte dichiarato eterno amore.
Melodia per le orecchie dei tifosi dei “Colchoneros”, i più romantici di Spagna e legati in modo quasi ossessivo ai loro simboli, al punto che gli acerrimi rivali del Real li hanno soprannominati, per sbeffeggiarli, “Pateticos” (anziché “Atleticos”).
Chi legge la Gazza, o all’ora di pranzo guarda Studio Sport anziché il TG, sa che Fernando Torres è passato al Liverpool, lasciando il “Vicente Calderon” orfano delle sue prodezze.
La canzone è uscita qualche anno fa ma, per un tifoso dell’Atletico, ascoltarla oggi è un miscuglio di emozioni, dalle labbra tremolanti a quel gorgo tanto forte da sfondarti lo sterno. Perché è accaduto quello che non volevi, che mai avresti voluto.
Proprio quel che è successo alla Denti Stretti nella sua avventura al Montetto 2007. Le statistiche, fredde e impietose, spiegano solo in parte quel che è accaduto alla squadra che ha espresso il peggior calcio del torneo. Due gol fatti a fronte di 14 subiti, e il poco invidiabile record di prima squadra ad essere matematicamente eliminata sono i bocconi meno amari da invidiare. Quel che fa star male è il modo, il come si è arrivati a questa disfatta.
In 12 anni di storia, e lo si può raccontare senza problemi, sono state più le sconfitte che le vittorie. Ma c’era quella chimica, quella magia che faceva credere alla truppa granata di essere speciale. Di essere “la squadra di calcetto più grintosa dello spezzino” (che poi non era vero, ma a questi livelli è molto più importante quel che si pensa, non certo quel che si è veramente).
Basti pensare alle due precedenti partecipazioni al Montetto: due anni fa, nella sabbia di Rebocco, una truppa di pazzi messa insieme all’ultimo momento giocò un torneo dignitosissimo. C’era anche un ragazzo che veniva apposta da Genova. E chi, pur di non mancare al match decisivo, si fece 200 km d’autostrada a velocità da Nascar. L’anno scorso, nonostante alcuni episodi non esattamente fortunati, ci volle un Cozzani formato doppia saracinesca per estromettere i furenti granata dal torneo.
Cos’era la squadra che ha perso 6-0 il primo match e che ieri sera ha concesso il bis contro l’AC Colombaio? Una squadra senza cuore, senza anima, buona per essere stroncata (dagli avversari) e derisa (dal pubblico). Nel 2006 la Denti Stretti vinse 11-5 contro i colombini. Quest’anno è finita 8-2 per il team blu, che non ha avuto problemi nell’infilarsi nella fragile difesa granata con rapidi e vivaci contropiedi, spesso benedetti dal vantaggio della superiorità numerica.
Il gol del vantaggio granata, firmato da La Ferla dopo 14 secondi di gioco, è servito come indennizzo per il gol lampo subito all’esordio. A null’altro, perché sono bastati pochi minuti per capire la superiorità dell’AC Colombaio. Campodonico falliva l’occasione del 2-0, e la partita della Denti Stretti finiva lì. Guidati da un super De Biasi (favorito dal fatto di conoscere bene gli avversari), i colombini rovesciavano il match come un bidone dei rifiuti nel giro di pochi minuti: 4-1.
Qualora ce ne fosse bisogno, il primo tempo si chiudeva con una semi-papera del portiere granata, che sanciva il 5-2 e tranciava gambe (molli) e cuori (freddi) dei compagni.
Il secondo tempo era un triste trascinarsi verso il fischio finale, con l’AC Colombaio che poteva maramaldeggiare sul piano tecnico e mentale, chiudendo il match con un 8-2 che avrebbe potuto essere anche più severo.
Con 4 punti in cascina, De Biasi e compagni hanno ottime chance di accedere alla fase ad eliminazione diretta : sarebbe la prima volta nella loro storia: lo meritano, per il gioco espresso e l’atteggiamento sempre corretto e mai sopra le righe.
La Denti Stretti, invece, ha perso tutto. Partita, torneo, cuore e dignità. Ora resta una partita, contro gli affamati Fratelli Luigini Outsider ancora in lizza per il passaggio del turno, ma non restano dubbi sul fatto che il Montetto 2007 sia il punto più basso della storia granata.
“Ya nada volverà a ser como antes”, già da domenica. Il tecnico della squadra, infatti, ha comunicato appena dopo il match di aver rassegnato le dimissioni, immediate ed irrevocabili. Queste le sue dichiarazioni. “Voglio bene a questa squadra come si può voler bene a un figlio. Ho fallito, dando per scontato che alcuni giocatori capissero cosa significa essere Denti Stretti. Non era così, ed è giusto che non continui a tenere in ostaggio questa squadra. Continuerò ad amarla e a farne parte, ma in altri modi. Ho capito che era finita quando ho sentito da più parti, anche dalle più inaspettate, parole di derisione. Anche per le maglie, che invece forse sono la cosa più bella che abbiamo fatto”.
E mentre guarda questa foto (http://homepage.mac.com/tanaus/.Pictures/Bujumbura/burundi04.jpg), l’ex-mister granata dice: “E’ vero, forse nulla tornerà come prima. Come a Madrid non vedranno più Torres, chissà che Denti Stretti verrà. Ma sai che so come prosegue quella canzone? Dice “-Ya nunca dejarè que nada me cambie-” Non lascerò che nulla mi cambi. Mai. E poi, chissà…

Nota. Nell’altro match di serata, pareggio tra Fratelli Luigini Outsider e Quiksilver: 3-3.
Tamburrini
 
Vota l'articolo
Per votare l'articolo è necessario esser registrati alla community.
Informazioni sull'articolo: 2.8 voto medio su 5 voti ricevuti, 1 commento, 2079 letture
Commenta
Attenzione!
  • Sun-TIMES s.r.l. declina ogni responsabilità circa il contenuto dei commenti degli utenti della community relativamente agli articoli della redazione giornalistica di Spezialmente.it. L'autore dei commenti si assume interamente la responsabilità penale e civile di ciò che scrive.
caratteri rimasti
Per commentare l'articolo è necessario esser registrati alla community.
Sasuke
11.7.2007 ore 13:04
mi aspettavo qualcosa di più sull'emozionante e tesissima partita tra Quicksilver e Outsider!!!!! cavoli partecipiamo anche noi al torneo!!!!
Pubblicità
Attenzione! I forum di Spezialmente.it sono moderati dallo staff del portale, che provvedono ad eliminare i post ritenuti non consoni alla pubblicazione. Sun-TIMES s.r.l. declina ogni responsabilità circa il contenuto delle discussioni. La sezione "Vip Blog" è un'area concessa da Spezialmente.it in piena gestione ai singoli blogger: Sun-TIMES s.r.l. e lo staff di Spezialmente.it declinano ogni responsabilità riguardo i contenuti ivi comparsi. L'autore dei commenti si assume interamente la responsabilità legale e penale di quanto scrive e della veridicità dati inseriti al momento della registrazione.