Spezialmente.it
 
Davide-Sam contro Golia-Rappa: la prima volta non si scorda più
Filippo Lubrano
4 Luglio 2006 ore 01:27, (Eventi SPM: Montetto)
  • -
  • +
  • commenta  condivisi su:    http://www.wikio.fr  
L'AC Colombaio raccoglie la sua prima, storica affermazione al torneo del Montetto contro la quotatissima Kawasaki-Cintoi dell'organizzatore Rappa.
Alzi la mano chi gli avrebbe dato cento lire. Ok, io mi ero sputtanato già nel finale dello scorso articolo, e quindi davvero non potevo fare il voltagabbana, ma se c'era una partita dal risultato scontato al Montetto doveva essere quella di oggi tra l'invittorioso (hey, non esiste un termine per questo concetto: vabbè, dovrò coniarmelo, allora) AC Colombaio e la corazzata Kawasaki Cintoi.

E invece.

Il match ripropone l'antica sfida del piccolo contro il grande, di Rocky contro Ivan Drago (e capirai solo qualche anno dopo per chi tifare), del bene contro il male, e il bene è sempre quello più sfigato, non si sa perchè, e il bene vince sempre, alla fine, ma solo nelle storie che si raccontano. Delle altre, semplicemente, si tace.

Ma questa invece è da raccontare, eccome, talmente tanto da raccontare che viene voglia di farlo anche se non la si è vista. Appena immaginata, avvertita da segnali insignificanti, ricomponibili solo a posteriori.

Davide-Sam era da due giorni fisso al Bonanni, a ridacchiare come ai vecchi tempi con Mirko e il Mane, inebriarsi i polmoni dell'atmosfera che solo questo torneo ci sa dare, e non ce ne vogliano i Barabini e i tesserati fenomeni di turno, ma in questa competizione quelli che non hanno piedi a banana sono visti di cattivo occhio, e fortuna che invece ci sono ancora squadre così.

Golia-Rappa a due minuti dall'ingresso sul campo era intento ad arbitrare il match precedente, mentre Meuri-dente-di-radica si dilettava a fare il preparatore atletico del portiere di turno.

La corazzata correva e faceva esercizi di stretching. La squadra materasso indugiava negli spogliatoi fino all'ultimo momento, preparava gli scarpini con cura meticolosa.

La favorita aveva tifo organizzato e sponsor dal contratto pluriennali, lo sparring partner magliette di stock senza nomi né scritte, il portiere con la maglia portafortuna di Lobont, solo una mamma e papà al seguito, gli occhi orgogliosi e genuini dell'amore incondizionato.

I neri erano reduci da una campagna di calciomercato da holding, dopo aver sradicato metà Mazzettari alla concorrenza degli altri club. I blu scuro si presentavano con le solite 8/9 facce da schiaffi di sempre, più il fratellino del portiere, gambe giovani che macinano chilometri e hanno voglia di fare.

I Kawasaki telefonavano alla mamma di buttare giù la pasta, ché i 3 punti erano già serviti. I Colombari si guardavano negli occhi per provarci, per ripassare tutti i 100 gol subiti nelle ultime edizioni, e tentare di non ripetere gli stessi errori.

Perchè è dai dettagli che si intuiscono le imprese, e quella del Colombaio di oggi, nel suo piccolo, la è, ed è stupendamente significativa. E quando la palla si infilava in rete le prime volte, qualcuno deve aver pensato: "ecco, anche questa volta mancava poco". Poi la palla è finita in gol una volta in più degli altri, l'arbitro ha fischiato tre volte, e la festa del Colombaio è iniziata, e forse deve ancora finire, davanti ad un fiasco del Portrait e nei messaggini della notte, alla fidanzata, agli amici, e "sai che alla fine ce l'abbiamo fatta", e "Filo, non ci crederai ma...".

Perchè la prima volta al Montetto è una gioia pazza e senza spiegazioni, la prima volta al Montetto non si scorda più.
Filippo Lubrano
 
Vota l'articolo
Per votare l'articolo è necessario esser registrati alla community.
Informazioni sull'articolo: 8.5 voto medio su 4 voti ricevuti, 1 commento, 1889 letture
Commenta
Attenzione!
  • Sun-TIMES s.r.l. declina ogni responsabilità circa il contenuto dei commenti degli utenti della community relativamente agli articoli della redazione giornalistica di Spezialmente.it. L'autore dei commenti si assume interamente la responsabilità penale e civile di ciò che scrive.
caratteri rimasti
Per commentare l'articolo è necessario esser registrati alla community.
senility
4.7.2006 ore 13:07
grazie per avermi fatto viviere queste grandi emozioni almeno, attraverso il racconto. non fernatevi ragazzi, questo è solo l'inizio! Giorgio Trinchero
Pubblicità
Attenzione! I forum di Spezialmente.it sono moderati dallo staff del portale, che provvedono ad eliminare i post ritenuti non consoni alla pubblicazione. Sun-TIMES s.r.l. declina ogni responsabilità circa il contenuto delle discussioni. La sezione "Vip Blog" è un'area concessa da Spezialmente.it in piena gestione ai singoli blogger: Sun-TIMES s.r.l. e lo staff di Spezialmente.it declinano ogni responsabilità riguardo i contenuti ivi comparsi. L'autore dei commenti si assume interamente la responsabilità legale e penale di quanto scrive e della veridicità dati inseriti al momento della registrazione.