Spezialmente.it
 
Laigueglia: un pezzo di Liguria con un pò di Spezia
Francesco Pelosi
16 Febbraio 2010 ore 18:48, (Notizie: ... etc, etc...)
  • -
  • +
  • commenta  condivisi su:    http://www.wikio.fr  
Sabato l’unica corsa per professionisti interamente Ligure, al culmine della settimana Sanremese. Al via ci sarà un neo-professionista spezzino che scalpita, Pierpaolo De Negri. Un po’ di Spezia dappertutto.
Arriva il Trofeo Laigueglia in concomitanza con l’ultima serata del Festival di Sanremo 2010. Manco fosse organizzato apposta. La Liguria in diretta internazionale per un giorni intero, tra l’ampia sintesi trasmessa dalla Rai all’interno di “Rai Sport” su Rai 3 per la corsa organizzata dalla Polisportiva Vittoriese che per la serata conclusiva del Festival, fiore all’occhiello della liguria culturale.

In questa giornata di ribalta Ligure, uno spezzino cresciuto a pane e pedalate prenderà il via alla corsa “di casa” al suo primo anno tra i professionisti, su di un tracciato che si addice alle sue caratteristiche e dove dunque potrà ben figurare. Pierpaolo De Negri, uno dei pochissimi professionisti del Golfo dei Poeti (gli altri sono Alessandro Colò, altro neo pro della ISD – NERI, Alessandro Petacchi, faro del ciclismo mondiale e Alessio Signego, ormai al 4° anno tra i prof) dovrà rispettare gli ordini di scuderia impartiti dall’ammiraglia, ma potrebbe giocarsi una carta jolly nel finale, quando – spera – al fianco di Visconti e Gatto (i due leader del team Ucraino Italiano) potrebbe aiutare “provando” un’azione di forza a sorpresa, mentre i rivali controlleranno i capitani del team. Ipotesi e sogni, che scriviamo da quest’angolo di Liguria per raccontare cosa vive nella mente di corridore Ligure nel suo unico palcoscenico di casa, ma che non lo distolgono dall'avere ancora tanto da imparare: “Correre tra i professionisti è difficile. Vanno tutti molto forte e il cambio di ritmo nel finale è massacrante. Ma ho già partecipato ad alcune corse a fine anno scorso e mi sono anche piazzato, per questo non temo la corsa. Cercherò di difendermi in salita e di essere attivo nel finale, sempre che io riesca ad arrivare sul lungomare insieme al primo gruppo”. Sagge parole, tradite soltanto dalla luce degli occhi di Pierpaolo. Che a Sabato guarda, con i piedi per terra, ma con un po’ di speranza nel cuore e, forse, un progetto in mente.

La corsa andrà in scena il giorno di chiusura di Sanremo, che di spezzino ultimamente ha avuto solo i dati auditel (l’anno scorso siamo stati tra le provincie più presenti nel Festival Bonolissiano) ma che rende orgogliosi tutti i liguri – e dunque anche noi, dall’altra parte della riviera – per il fatto di essere semplicemente così com’è. “Perché Sanremo è Sanremo” d’altronde, un claim discutibile ma in sé perfetto, che coniuga l’essere intrinseco di una manifestazione che fa parlare di se in ogni modo, al di la dei contenuti.
Francesco Pelosi
 
Vota l'articolo
Per votare l'articolo è necessario esser registrati alla community.
Informazioni sull'articolo: 1851 letture
Commenta
Attenzione!
  • Sun-TIMES s.r.l. declina ogni responsabilità circa il contenuto dei commenti degli utenti della community relativamente agli articoli della redazione giornalistica di Spezialmente.it. L'autore dei commenti si assume interamente la responsabilità penale e civile di ciò che scrive.
caratteri rimasti
Per commentare l'articolo è necessario esser registrati alla community.
Pubblicità
Spezialmente.it, testata giornalistica on-line iscritta al Registro Stampe del Tribunale della La Spezia n. 6/08 in data 24/12/2008.
Proprietario: Sun-TIMES S.r.l. - Editore: Ass. Culturale Spezialmente.it, - Direttore Responsabile: Francesco Pelosi. Redazione: redazione@spezialmente.it